U.N.L.A. - 4° FESTIVAL DELLA MEMORIA E DELL'IDENTITÀ 2015
 

"A VOLTE IL PASSATO RITORNA" IL TERZO ROMANZO DI NICOLA LA BARBERA SCRITTORE TRA SICILIA E CALABRIA

"A volte il passato ritorna" edito da Città del Sole è il terzo romanzo dello scrittore Nicola La Barbera.
Partendo dal Comune di Mezzojuso, nel cuore della Sicilia, ci si sposta in Calabria, nella zona della Locride, dove si svolgono gli episodi più turbolenti del racconto. Un racconto ricco di colpi di scena, in cui si accavallano gli avvicendamenti amorosi e le vendette di mafia, gli omicidi irrisolti e il desiderio di rinascita, la meschinità di chi soffoca nel fango della criminalità e la caparbia di chi invece da quel fango prova a tirarsi fuori. Un romanzo dalle molteplici sfaccettature che, come nei classici gialli, lascia il lettore sospeso fino all’ultima pagina. Nicola (vero nome Nicolò) La Barbera è nato a Mezzojuso in provincia di Palermo e dal 1978 vive a Bovalino dove ha insegnato matematica alle scuole medie per poi dedicarsi all’attività imprenditoriale nel settore della produzione di prodotti erboristici e farmaceutici. Socio dell’UNLA, ha pubblicato, a puntate, sul periodico online www.ilpaese.info, la storia degli Arbëreshe d’Italia. E’ stato coordinatore di redazione per il periodico "Nuova Calabria".
Come scrittore ha pubblicato il romanzo «La maschera del barone» (2009) e «La legge del capo» (2010). La Barbera ha voluto dedicare il libro a Pasquino Crupi, critico letterario, studioso della letteratura calabrese e grande meridionalista. "A lui -scrive La Barbera - avrei voluto porgere il mio ringraziamento per i suoi suggerimenti e per i vecchi giornali che mi ha fatto leggere, ed è alla sua memoria che lo dedico" e, naturalmente, "ai miei figli Massimo, Annarita e Marcello, miei grandi lettori e primi critici!" (La foto: Presentazione del secondo libro dello scrittore Nicola La Barbera "La legge del Capo". Da Sinistra: Domenico Agostini, Pasquino Crupi, Luigi Giugno, Nicola La Barbera).